il Dominus apparente

<<Non sempre il Dominus apparente della situazione controlla le dinamiche profonde che agitano il mondo sottostante, l’orchestra wagneriana della storia celata all’occhio di chi assiste>> G. Camassa, Atene, La costruzione della democrazia, Roma 2007, p.56.

2 thoughts on “il Dominus apparente

  1. Non so cosa sia il dominus apparente. E non capisco bene cosa intende l’autore con l’orchestra wagnerana della storia che sarebbe celata nell’occhio di chi assiste. Ma se con tale compiaciuta espressione l’autore intende dire che il Dominus apparente, chiunque sia, non sempre ha il controllo della storia, direi che sbaglia: non lo ha MAI. A meno che non lo si voglia identificare con Dio.

  2. Certo che non lo abbiamo mai ma purtroppo qualche volta dobbiamo fingere almeno dii orientarci, quantomeno noi addetti ai lavori, cioè gli Storici, altrimenti andrebbe tutto a catafascio. Un minimo di paletti ci vogliono, sempre consapevoli della precarietà dell’umano sapere.
    Con ‘dominus apparente’ comunque l’autore, uno storico tra i più grandi nell’ambito del mondo antico, vuole intendere ‘il protagonista apparente di un determinato periodo storico’. Qui sta parlando di Clistene, il fondatore della democrazia ateniese, 508,7 a. C. . Per estensione ritengo possibile applicarlo, mutatis mutandis, anche a situazioni diverse.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>